Sull'azienda

"La missione della nostra azienda consiste in conquistare
nel settore un'importante posizione in quanto produttore ed esportatore
delle attrezzature di ricerca innovative e delle linee di produzione industriali".

 

 La società ZAMAK MERCATOR Sp. z o.o. ha iniziato la sua storia nelle strutture dell'azienda nota come Krakowska Fabryka Kabli (KFK ' Fabbrica dei Cavi di Cracovia).

1947 funzionava ormai l'Ufficio di Ricerca e di Progettazione con due reparti: sviluppo di cavi e fili e quello di costruzione di macchine e attrezzature per la produzione di cavi e fili. Nel 1947 vennero progettate e costruite cinque unità di trafilatrici per i cavi fini L-6 cui valori di qualità furono confermati dai produttori di fili. Proprio quell'anno viene considerato come un inizio della produzione professionale delle trafilatrici in Polonia. Gli anni successivi portarono uno sviluppo della struttura organizzativa dell'Ufficio di Progettazione insieme all'allargamento dell'infrastruttura tecnica (l'ufficio possedeva per esempio una fonderia di ghisa) che divenne la Zakład Maszyn Kablowych di una certa autonomia all'interno della KFK. Gli ingegneri assunti allora, soprattutto i neolaureati all'Università di tecnologia (AGH) e al Politecnico di Cracovia, contribuirono all'implementazione di nuove idee ed alla crescita di qualità degli attrezzi in produzione. Le macchine esposte in fiere internazionali a Poznan, Basilea, Kiev, Hannover, Mosca, Lipsia, Brno suscitarono l'interesse da parte di numerosi esperti e vennero premiate più volte.

1979 la Zakład Maszyn Kablowych (Fabbrica di Macchine per i Cavi) ottenne il brevetto n. 122652 per “Attrezzo di rivestimento di superfici esterne dei tubi d'acciaio” e il brevetto n. 118276 per “Metodo di rivestimento dei tubi d'acciaio”. A cavallo degli anni ottanta e novanta la Zakład Maszyn Kablowych elaborò la documentazione dei primi estrusori di gomma con il diametro di viti 30 mm, 90 mm i 120 mm. Gli estrusori di gomma prodotti trovarono l'applicazione in linee di estrusione a tandem, dove in un'operazione veniva collocato il riempimento di gomma con lo strato di PVC su nuovi modelli di cavi.

2000 la società cambiò il nome alla ZAMAK Zakład Maszyn Kablowych Sp. z o.o. (ZAMAK), diventando nello stesso tempo una società privata, indipendente dalle strutture della KFK, ormai denominata “Tele-Fonika”.

2008 la società utilizzando l'infrastruttura tecnica allargata, il parco macchine ed attrezzi specialistici, le proprie risorse tecniche, nonché l'esperienza di ingegneri e tecnologi continuò la produzione delle attrezzature per le industrie di lavorazione di materie plastiche e gomma (estrusori di laboratorio, estrusori industriali, linee di produzione) ma anche per le industrie di cablaggio (linee di produzione e avvolgimento di cavi) con l'assistenza tecnica e manutenzione.

2011 la società trasferì l'attività produttiva a uno stabilimento nuovo, situato a Skawina, con la superficie di 2700 mq, aprendo nello stesso tempo l'Istituto di Ricerca e Sviluppo. Ebbe l'inizio anche l'attività di progettazione e produzione di elementi meccanici (viti, cilindri), anche nell'ambito di automatica.

2012 l'offerta della società venne allargata a prodotti e servizi dedicati alle industrie poligrafiche, utilizzando esperienza e qualità riconosciuta da partner stranieri in Asia (Giappone, Cina) e in Europa (Germania, Gran Bretagna, Italia) che nel corso degli anni avevano sviluppato dipendenti e soci della Mercator Poligrafia S.A., che si specializzava soprattutto in vendita degli attrezzi da stampa del marchio Shinohara e materiali poligrafici per la stampa offset.

2013 la società ZAMAK MERKATOR iniziò lavori di ricerca e sviluppo orientate alla nuova generazione di estrusori di laboratorio destinati a realizzare analisi di difficili da lavorare compositi, nanocompositi di polimeri e polveri, occupando il posto alla testa della classifica dei progetti di ricerca e di industria nei quadri del Programma Operativo regionale di Malopolska per gli anni 2007-2013.
Cercando soluzioni innovative riguardanti la costruzione di impianti, la società ZAMAK MERKATOR divenne anche un attore attivo al mercato di servizi commerciali, in particolare in campo di lavorazione specialistica di diversi tipi di metalli. Possedendo i centri di lavorazione automatica (CNC) e le macchine convenzionali, può realizzare e conservare i sistemi di plastificazione (p.e. viti) e prestare servizi p.e. di eseguire fori profondi e rettificare alberi di vari piani.

2015 la società ZAMAK MERKATOR specializzandosi in progettazione e realizzazione di attrezzature di laboratorio e di industria, introdusse al mercato una nuova generazione di estrusori di laboratorio per le materie plastiche ed estrusori industriali per la gomma. Gli estrusori sono caratterizzati da soluzioni moderne ed innovative (un metodo innovativo di misurazione di forza di asse che preme sul cilindro dell'estrusore) il che venne confermato da brevetti registrati dall'Ufficio di Brevetti di Varsavia con il numero 404942 per "Metodo di misurazione della forza di asse che preme sul cilindro dell'estrusore a vite” e con il numero 404944 per “Metodo di distribuzione del materiale in estrusore a vite con il circolo di ritorno”.

La società Zamak Mercator possiede il certificato ISO 9001 e sempre cerca di raggiungere la più alta qualità dei propri prodotti e servizi, il che venne riconosciuto con il titolo ”Simbolo dell'Innovazione 2015” assegnato all'azienda.